EMpills-pillole di medicina d'urgenza

curiosità-novità-aggiornamenti in medicina d'urgenza

Visualizzazione post con etichetta Sepsi. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Sepsi. Mostra tutti i post

lunedì 26 novembre 2012

Secondo me è settico...

Mario ha 80 anni e vive in una casa di riposo. Dal mattino ha iniziato ad avere febbre con brivido e malessere generale per cui è stato inviato in pronto soccorso. Al suo arrivo, la pressione è 100/60, la temperatura corporea 38,3°C e la saturazione 90%.la frequenza cardiaca 90 min e quella respiratoria 20. La cute e le  mucose disidratate. "Non mi piace,secondo me è settico" dice l'infermiera che lo ha accettato in triage, "lo metto in area rossa..." E' sufficiente l'impressione clinica per iniziare un trattamento aggressivo di un paziente come questo o è meglio aspettare gli esami di laboratorio per vedere se vengano rispettati i criteri diagnostici di una SIRS?

mercoledì 21 marzo 2012

Procalcitonina e infezioni batteriche: ci serve?

Da molto tempo utilizziamo il dosaggio della procalcitonina come marcatore della sepsi , studi l'hanno considerata utile anche nella gestione delle polmoniti, ma il suo utilizzo può indirizzarci verso un uso più appropriato della terapia antibiotica nelle infezioni batteriche? A questa domanda ha cercato di rispondere una revisione sistematica in attesa di essere pubblicata (Epub) sugli Annals of Emergency Medicine: Can Procalcitonin Levels Guide Antibiotic Therapy in Bacterial Infections and Reduce Antibiotic Overconsumption Without Having a Negative Effect on Clinical Outcomes?

mercoledì 30 novembre 2011

Fibrillazione atriale di nuova insorgenza e sepsi severa: un'associazione letale

Sappiamo che i pazienti ricoverati in terapia intensiva per sepsi severa sviluppano una fibrillazione atriale nel 6-20% dei casi e che la fibrillazione atriale cronica è un fattore prognostico negativo per ictus e sopravvivenza.
Esiste però una correlazione fibrillazione atriale, ictus e mortalità nei pazienti con sepsi severa? A questa domanda cerca di dare una risposta un articolo recentemente pubblicato su JAMA: Incident stroke and mortality associated with new-onset atrial fibrillation in patients hospitalized with severe sepsis.

venerdì 18 novembre 2011

Quanto deve durare la terapia antibiotica nella batteriemia?

Pur sapendo che non ci sono dati certi riguardo alla durata ottimale della terapia antibiotica in pazienti affetti da batteriemia, l'idea di somministrare loro l'antibiotico per pochi giorni lascia i più di noi quantomeno perplessi. Un tentativo di dirimere questi dubbi viene da una revisione sistematica e metanalisi recentemente pubblicata su Critical Care.
Vediamo che cosa dice.


giovedì 15 settembre 2011

Sepsi severa III parte su EMcrit


E' stata pubblicata su EMCrit la III ed ultima  parte della  lettura di Rivers sulla sepsi severa e lo shock settico. In questa parte Rivers affronta alcuni tra i temi più controversi del trattamento della sepsi severa quali il ruolo di proteina C attivata , delle statine, come gestire un paziente tachicardico in shock settico ed altro ancora.

mercoledì 7 settembre 2011

Sepsi severa II parte su EMcrit

E' stata pubblicata su EMcrit la II parte della presentazione di Rivers sulla sepsi severa. Diversi i temi affrontati, dall'utlità della misurazione della PVC all'uso di albumina e degli steroidi. Vediamo un po' più nel dettaglio i singoli topics

mercoledì 31 agosto 2011

Lezione magistrale di Rivers sulla sepsi severa su EMCrit

Emanuel Rivers


Scott Weingart
Scott Weingart è, senza dubbio, un'autorità nel campo della medicina d'urgenza ma , per quanto mi riguarda, ha sopratutto il merito di avere ideato e di essere l'editor di EMcrit, i cui posts sono vere e proprie lezioni di medicina seguite da migliaia di persone in tutto il mondo  Cosi dopo aver ascoltato con grande interesse gli aggiornamenti sul trauma da parte di Richard Dutton, questa settimana è la volta di Emanuel Rivers , il padre del moderno approccio ai pazienti affetti da sepsi severa e shock settico